giovedì 10 marzo 2011

Io ti battezz...erò!

Gentile signora Matilde,
Mio figlio e sua moglie hanno avuto un bambino che adesso ha cinque mesi. Da prima ancora che nascesse è nata la discussione sull'opportunità di farlo battezzare. La nostra è una famiglia molto cattolica ed è impensabile per noi che un nuovo nato non riceva il battesimo. Al contrario mia nuora è atea e ritiene che il bambino non debba battezzarsi. Come posso fare a convincerla?
Anna

Gentile Anna,
mi perdoni se ho sintetizzalo la sua lettera, spero di aver reso comunque l'angoscia che traspariva da ogni riga. Sono una credente poco osservante ma so per certo che, per fortuna, il battesimo, come tutti gli altri sacramenti, non sono vincolati ad un'età specifica ma possono essere ricevuti in ogni momento della nostra vita. Lo stesso Gesù lo ricevette a trent'anni, non certo alla nascita. La chiesa cattolica esiste da duemila anni e temo ci sarà ancora quando suo nipote avrà l'età della ragione. Quindi, da nonna a nonna, non vedo il motivo di imporlo ad un bambino che non può esprimere nessun parere al riguardo. Lasci che cresca e che decida da solo, quando sarà grande vi sarà grati di averlo lasciato libero di scegliere la sua strada. E sarà particolarmente riconoscente proprio verso chi lo ha lasciato libero andando contro alle proprie convinzioni. Cioè a lei e a suo figlio. Potrebbe volere addirittura lei come madrina, sa? 

13 commenti:

  1. Brava nonna Matilda. Concordo pienamente.

    RispondiElimina
  2. Ottima risposta, come sempre.
    Che siamo atei o credenti l'importante è rispettare la libertà di scelta e soprattutto non escludere l'idea di Dio o della trascendenza, del sacro, dall'educazione dei bambini.

    RispondiElimina
  3. La capacità di sintesi della sua risposta è così gradevole quanto il significato delle sue parole.
    L'assenza di bigottismo le fa onore. Un saluto

    RispondiElimina
  4. tra l'altro mi pare che Gesù aveva superato i trenta anni al momento del battesimo

    RispondiElimina
  5. Che risposta perfetta! La condivido in pieno.
    Buon lunedì,
    Lara

    RispondiElimina
  6. ciao...interessante domanda... difficile risposta..però la tua è molto precisa ...brava...ciao...luigina

    RispondiElimina
  7. Perle di saggezza in questa risposta!

    RispondiElimina
  8. Ottima risposta, tra l'altro, come tutti i sacramenti, ricevuto in età della ragione e per libera scelta ha un valore ancora maggiore.
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  9. ACERTADO CONSEJO, ESTIMADA NONNA, DEJO MI SALUDO DE AMISTAD

    RispondiElimina
  10. più che d'accordo anche io!

    RispondiElimina
  11. ciaoo
    buongiorno

    http://laracroft3.skynetblogs.be
    http://lunatic.skynetblogs.be

    RispondiElimina
  12. Ciao! :)
    Che bello il tuo blog! **
    Io sono nuova qui su blogger... Mi sto adattando! xD
    Da poco ho avviato anche io il mio blog! ^^
    è il mio piccolo spazio dove posso scrivere tutto quello che penso, senza filtri o censure...
    Tutte le mie emozioni senza tabù!
    L'unico posto in cui posso essere me stessa senza timidezza o vergogna!

    Non ho molti visitatori... E ancor meno lettori! :(
    Se ti va di fare un salto e commentare...
    E se poi il mio blog ti piace, mi farebbe molto piacere se accettassi di seguirmi:
    http://laragazzachescrivevatroppo.blogspot.it/


    Grazie dell'attenzione, a presto! :D
    xoxo
    La Ragazza Che Scriveva Troppo. <3

    P.S.: Seguimi anche su Facebook, se ti va.
    Basta mettere "like" a questa pagina :)
    http://www.facebook.com/LaRagazzaCheScrivevaTroppo

    RispondiElimina
  13. Ciao Nonna, bel blog che mi sono iscritto.

    Ciao da Rimini e se vuoi dare un'occhiata al mio blog eccolo qui mattax-mattax.blogspot.it
    Matteo.

    RispondiElimina

Grazie per la tua visita e per il tuo commento